Sulle pagine di LawTalks l'intervista al Prof. Scott Westfahl, Director of Harvard Law School Executive Education, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove ha preso parte come relatore al panel "Six Factors of Innovation: the Harvard approach".
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks l'intervista a Carmelo Fontana di Google, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove ha preso parte come relatore al panel sull'intelligenza artificiale, insieme a Rebecca Agliolo e Andrew Arruda.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks l'intervista all'avv. Francesco P. Bello, fondatore e partner di Polis, la prima società cooperativa tra avvocati formatasi in Italia, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove è intervenuto come relatore e moderatore in alcuni panel.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks l'intervista a Andrew Arruda, Fondatore e CEO di Ross, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove è intervenuto come relatore nel panel sull'Intelligenza Artificiale, insieme a Rebecca Agliolo e Carmelo Fontana.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks un'intervista "a caldo" all'avv. Giovanni Lega, presidente di ASLA e motore pulsante dell'evento ASLA Diritto al Futuro, al termine della mattinata del'evento. Ecco le prime considerazioni sull'andamento della giornata e non solo.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks l'intervista a Kathleen Kennedy, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove è intervenuta come relatrice nel panel Donne e Potere, insieme a Tara Gandhi, Rita El Khayat e Fernanda Contri.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Sulle pagine di LawTalks l'intervista a Tara Gandhi, durante la sua partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro , dove è intervenuta come relatrice nel panel Donne e Potere, insieme a Kathleen Kennedy, Rita El Khayat e Fernanda Contri.
L'intervista completa può essere vista a questo link.


Il reddito medio rivalutato degli avvocati, tra il 1996 e il 2016, è calato del 29%, ovvero è passato da 54.190 euro agli attuali 38.437 euro: il dato è emerso dal Rapporto 2018 “Percorsi e scenari della avvocatura italiana” elaborato dal Censis e illustrato nella tavola rotonda di apertura dei lavori di “Asla Diritto al Futuro”.
Con 23.095 iscritti, la Sicilia si conferma la quarta regione per numero di avvocati, dietro Campania, Lombardia e Lazio, e Catania la sesta provincia d’Italia con 5.439 iscritti; ma al tempo stesso la Sicilia si piazza quart’ultima come regione d’Italia per reddito medio, nonostante sia prima per numero di ordini presenti sul territorio, ben sedici, e conta un numero di avvocate inferiore a quello dei colleghi maschi, 10.795 contro 12.300.
L'articolo completo può essere letto a questo link.


Dalle frequenze radio di Rai Radio3 si parla a lungo delle interviste a Kathleen Kennedy e Tara Gandhi, in vista della loro partecipazione all'evento ASLA Diritto al Futuro, dove sono intervenuta come relatrici nel panel Donne e Potere, insieme alla sociologa franco-marocchina Rita El Khayat e all'avv. Fernanda Contri, già Ministra degli Affari Sociali.
L'intervista completa può essere ascoltata a questo link.


Un numero speciale di Vision Pro, la pubblicazione professionale di Euroconference Editoria, interamente dedicata all'evento ASLA Diritto al Futuro con una disamina completa delle attività svolte nelle quattro aree tematiche, un rapporto completo su quanto si è detto nelle tavole rotonde durante l'intera giornata. Approfondimenti e interviste ai responsabili d'area, un vero e proprio report dell'evento.
Il numero completo può essere letto a questo link.


Sono oltre 242 mila gli avvocati residenti in Italia al 31 dicembre 2017, lo 0,4% in più rispetto all’anno precedente (pari a circa mille professionisti), in flessione rispetto alla media degli ultimi anni del tasso di crescita degli avvocati iscritti agli albi. Il dato emerge da «I numeri dell’avvocatura», documento redatto annualmente dalla Cassa Forense, analizzato da Asla (Associazione studi legali associati) in occasione del lancio di «Asla Diritto al Futuro», il primo evento in Italia dedicato agli avvocati del futuro che si è svolto a Palazzo Mezzanotte a Milano venerdì 18 maggio.
L'articolo completo può essere letto a questo link.


Sono oltre 242 mila gli avvocati residenti in Italia al 31 dicembre 2017, lo 0,4% in più rispetto all’anno precedente (pari a circa mille professionisti), in flessione rispetto alla media degli ultimi anni del tasso di crescita degli avvocati iscritti agli albi. Il dato emerge da “I numeri dell’avvocatura”, documento redatto annualmente dalla Cassa Forense, letto e analizzato da Asla (Associazione Studi Legali Associati) in occasione del lancio di “Asla Diritto al Futuro”, il primo evento in Italia dedicato agli avvocati del futuro che si è svolto a Palazzo Mezzanotte a Milano venerdì scorso e che ha approfondito temi come le sfide delle nuove tecnologie nei confronti di clienti, studi, nuove figure professionali; organizzazione, con focus e approfondimenti legati alla tecnologia e all’innovazione tecnica e professionale dello studio legale, l’intelligenza artificiale, l’internazionalizzazione della professione.

L'articolo completo può essere letto a questo link.


L’avvocato del futuro lavora in team, si avvale di tecnologia sofisticata ed è parte di uno studio di medie dimensioni, gestito secondo regole imprenditoriali, dove la condivisione è un must. Questo probabile scenario è emerso ieri all’evento "ASLA Diritto al Futuro" organizzato da Asla, l’Associazione degli studi legali associati, a Milano. La mappa della professione è stata presentata attraverso un’indagine del Censis elaborata per Cassa Forense su un panel di oltre 11mila avvocati. «La ricerca completa - anticipa il presidente di Cassa Forense Nunzio Luciano sarà presentata a Roma il 21 giugno. In quell’occasione sarà presentato un progetto elaborato con il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani »

L'articolo completo può essere letto a questo link.


Gli avvocati bergamaschi tra i più «ricchi» d’Italia: possono infatti contare su un reddito medio di 50 mila euro l’anno a fronte di un importo che a livello nazionale è di 38.437 euro (dato 2016), cifra che ha subito un calo del 29% in dodici anni. Nel 1996 infatti, un avvocato in Italia dichiarava al fisco un reddito medio di 54.190 euro.
I dati sono contenuti nel Rapporto 2018 «Percorsi e scenari della avvocatura italiana» elaborato dal Censis e illustrato ieri a Milano in occasione di "Diritto al Futuro", un convegno dedicato all’«avvocato del futuro» organizzato dall’Associazione studi legali associati (Asla). L’ordine più ricco d’Italia si conferma quello di Milano con 83.901 euro medi annui. Segue Roma con 55 mila euro, Genova con 54 mila e Bergamo, appunto, con 50 mila euro medi annui.
«Un dato che ci fa in qualche modo onore, significa che a Bergamo lavoriamo bene» il commento di Ermanno Baldassarre, presidente dell’Ordine degli avvocati di Bergamo e dell’Unione lombarda degli ordini forensi che rappresenta circa 32 mila avvocati lombardi, a margine dell’incontro...
L'articolo completo può essere letto a questo link.


Inflazionata, poco retribuita eppure sempre amata dai calabresi. È la professione di avvocato, croce e delizia per chi, una volta raggiunta la maturità, decide di intraprendere gli studi giurisprudenziali. Ma le grandi attese che accompagnano l’iscrizione all’università, il sogno di indossare una toga e frequentare le aule di un tribunale, spesso si scontrano con una realtà complessa. Non solo gli avvocati calabresi sono quelli meno pagati in Italia, con un reddito medio annuo di 17.587 euro, ma sono addirittura molti di più di quelli residenti nelle altre regioni se paragonati alla popolazione residente.
Secondo l’anticipazione del rapporto 2018 “Percorsi e scenari dell’avvocatura italiana”, elaborato dal Censis e illustrato ieri nella tavola rotonda di apertura dei lavori di “Asla Diritto al Futuro”, a Milano, la distribuzione dei professionisti all’interno nel nostro Paese non risulta omogenea: si passa da oltre 7 avvocati ogni 1.000 abitanti in Calabria ai 3,4 della Lombardia.

L'articolo completo può essere letto a questo link.


Pagina 1 di 4